Prodaja kuća u blizini Zagreba
MurterMurter, noleggio barche ed escursioni in barca nel Parco Nazionale di Kornati

Murter Kornati

Murter

murter-murter-dalmatia

Murter è il paese più grande sull’omonima isola. La presenza del ponte mobile rende l’isola di Murter accessibile e una comoda scelta a chi ami esplorare non solo l’isola, ma anche i suoi dintorni, le altre città della terraferma e della costa, e anche l’entroterra tra Zara (70km) e Sebenico (35 km). Murter è circondata da sette colline: Crnikovac, Gradina, Raduč, Veli vrh, Mali Vršak, Veli Vršak e Vršine. Con i suoi 125 mt, la Raduč è la cima più alta sull’isola. La collina Vršine con la chiesa di San Rocco è più visitata per lo stupendo belvedere. Ai piedi di Gradina si trovano frammenti di edifici romani, resti dell’antico insediamento di Colentum. Le più belle spiaggie dell’isola si trovano lungo la costa meridionale, tra quali Kosirina, Čigrađa, Slanica, Podrvške. Nella parte settentrionale dell’isola si trovano nuova spiaggia Luke e antica spiaggia partenente all’antico insediamento di Colentum. Essendo collocata alle porte dell’arcipelago delle Incoronate, Murter rappresenta la località preferita sia di coloro che amano il turismo nautico, sia di tutti gli amanti di una vacanza tranquilla. Ciascun ospite di Murter ha la possibilità di fare un’indimenticabile esperienza recandosi all’arcipelago delle Incoronate…

Kornati

npk1

L’arcipelago di Kornati consiste di 150 isole e isolette. Grazie alla sua bellezza straordinaria e unicità, nel 1980 l’arcipelago è stato proclamato il Parco nazionale. Caratteristica dell’arcipelago sono le rocce a picco sul mare aperto chiamate “corone” (da cui il nome) tipiche delle Incoronate. Le rocce più alte si trovano sulle isole Klobucar (82 m), Mana (68 m), Rasip Veli (62 m). L’isola di Kornat è la più conosciuta dell’intero arcipelago e nella sua parte sudorientale presenta una costa estremamente articolata con numerose baie. Vi si trovano inoltre una fortezza del sesto secolo (Fortezza Tureta), la Chiesetta della Madonna di Tarac e Vela Ploca, una grande lastra di pietra calcarea. Oltre alle scogliere mozzafiato e alle centinaia di isole di grandezza e forme diversissime, una delle curiosità che si possono ammirare durante una gita alle Kornati sono i muri a secco costruiti, pietra dopo pietra dalle mani sapienti degli antichi contadini che lavoravano sulle isole. I muri a secco corrono per centinaia di metri sulle isole proteggendo la terra e i pascoli e impedendo alle pecore di passare da una proprietà all’altra. La lunghezza totale dei muri a secco delle isole Kornati supera i 100 km...

Per la sua frastagliatura, la bellezza della natura, le caratteristiche geomorfologiche, la diversità e ricchezza della flora e fauna, specialmente del mondo sottomarino, ma anche la presenza dell’uomo in questo ambiente, l’arcipelago di Kornati è stato proclamato parco nazionale. Terreni carsici, foibe, grotte, scogliere e fondali da favola, una scarsissima vegetazione che esalta il contrasto tra mare azzurro e roccia chiara: sulle isole Kornati è stato scritto tanto, tentando di eternare in parole la loro bellezza. Ma invano. È un luogo sospeso, uno di quelli che potrebbero trovarsi su un altro pianeta, un paradiso mediterraneo da visitare per eccellenza.